Riemerge la questione Gaia anche a Frascati

0
1298
Consorzio Gaia Frascati
Raccolta rifiuti del Consorzio Gaia a Frascati

Da qualche tempo il Gaia è sinonimo di situazione emergenziale. Tanti i comuni della Regione Lazio consorziati sotto l’identico denominatore per la raccolta dei rifiuti, molti in ritardo da tempo con i pagamenti verso il Consorzio con sede a Colleferro. Il Comune di Frascati non fa eccezione a ciò e negli ultimi mesi le difficoltà economiche, complice la crisi del sistema Paese, si sono acuite con alcuni ritardi nel pagamento degli stipendi dei lavoratori. Situazione risolta a quanto pare, anche dopo qualche sciopero, riducendo a qualche giorno di slittamento con l’appuntamento con lo stipendio mensile. Alcuni problemi permangono però, assieme alle critiche ed ai consensi verso la raccolta, i lavoratori e l’Amministrazione Comunale.

A Frascati con la raccolta differenziata porta a porta, prima nel centro storico poi allargata, qualche mese fa, anche in periferia, il servizio è diventato diurno e notturno. Questo per far capire come è potuto succedere quello che è accaduto l’altra sera, per chi si chiede cosa ci facessero per strada due operatori ecologici di notte, quella tra venerdì 3 e sabato 4 maggio

2013. Un episodio increscioso, l’aggressione verso due lavoratori del Gaia vicino l’Ospedale San Sebastiano. Si possono fare illazioni, noi preferiamo raccontare la fredda cronaca di una notte di primavera: una rissa iniziata in un vicino pub con svariati individui (una ventina) ad inseguire un unica persona, la corsa di quest’ultimo che va ad imbattersi in un mezzo del Gaia, l’aggressione che da tanti contro uno, muta in tanti contro quel solo giovane e i due malcapitati lavoratori, che vengono picchiati senza motivo. Una notte di paura per i protagonisti, uno costretto alle cure mediche, l’altro con una spalla lussata parzialmente, che fa riflettere in un periodo contraddistinto da tensioni e tragedie di ogni tipo.

 

Le indagini e poi la magistratura faranno  il loro corso, Meta Magazine si augura che questo sia un episodio isolato e non l’inizio di un altro capitolo doloroso per le notti della città di Frascati, soprattutto nei fine settimana di primavera ed estate.

Nicola Gallo