Rifiuti Albano, Roberto Cuccioletta “Armiamoci e partite”

Cuccioletta "Questo sta facendo il sindaco di Albano: da una parte ci invita a combattere uniti davanti i cancelli della discarica, dall’altra milita nello stesso partito del presidente di regione che ordina la apertura della discarica. Non solo milita nel PD ma, rimanendo nella segreteria di Zingaretti, omette di informare il consiglio comunale ed i cittadini dell’accordo nato alle nostre spalle tra il suo stesso presidente ed il sindaco del M5S Virginia Raggi. Le vittime? Noi cittadini di Albano".

0
187

“Armiamoci e partite: così titolava un film di Franco e Ciccio. Ma “armiamoci e partite” è una frase proverbiale della lingua italiana, utilizzata per sottolineare e stigmatizzare l’atteggiamento di chi si sottrae ai rischi di un’azione dai suoi stessi alleati ed amici promossa, pur esortando gli altri a intraprenderla. Questo sta facendo il sindaco di Albano: da una parte ci invita a combattere uniti davanti i cancelli della discarica, dall’altra milita nello stesso partito del presidente di regione che ordina la apertura della discarica. Non solo milita nel PD ma, rimanendo nella segreteria di Zingaretti, omette di informare il consiglio comunale ed i cittadini dell’accordo nato alle nostre spalle tra il suo stesso presidente ed il sindaco del M5S Virginia Raggi. Le vittime? Noi cittadini di Albano. Ora è il momento della verità, ci dica il sindaco da che parte sta: con noi o con il PD ed il M5S. Caro sindaco di Albano, mi aspetto il tuo prossimo post su Facebook, perché solo da lì comunichi, di questo tenore: “Valoroso cittadino di Albano, Zingaretti da lassù ti guarda e ti protegge. Armiamoci e partite! Io vi seguo dopo”. Lo scrive sui social Roberto Cuccioletta.

Print Friendly, PDF & Email