Riqualificazione vegetazionale di parco Aldo Moro: il progetto di AdR e Lagardere per la Città di Ciampino

“La messa a dimora di 240 piante tra alberi (circa 130) e arbusti (circa 110) è un’ottima notizia per la Città di Ciampino e per l’ambiente – dichiara la Sindaca Emanuela Colella – Il progetto presentato da Etifor ci ha subito convinto per la cura con la quale è stato proposto, perché partito da uno studio molto accurato dell’originario disegno del Parco”.

0
163

Il Parco Aldo Moro di Ciampino è stato inserito, insieme al Parco “Tommaso Forti” di Fiumicino, nel progetto avviato da AdR, in partnership con Lagardere Travel Retail, di riqualificazione vegetazionale, grazie al supporto tecnico di Etifor srl, la società nata all’interno dell’Università di Padova, specializzata in valorizzazione del patrimonio naturale e in consulenza ambientale.

“Appena diventata Assessora all’Ambiente mi sono trovata a interloquire con Aeroporti di Roma Spa nell’ambito della Commissione Rumore e in relazione a tutti gli adempimenti previsti dal Decreto Costa – spiega l’Assessora Federica Giglio – In quelle occasioni ho espressamente richiesto cosa potesse fare ADR per Ciampino, per ripagare la Città del grande impatto che il traffico aereo ha su di essa. Questo è il risultato che ritengo sia un’ottima opportunità per tutta la comunità ciampinese perché tra qualche anno, con la crescita dei nuovi alberi, avremo un Parco completamente rinnovato”.

“La messa a dimora di 240 piante tra alberi (circa 130) e arbusti (circa 110) è un’ottima notizia per la Città di Ciampino e per l’ambiente – dichiara la Sindaca Emanuela Colella – Il progetto presentato da Etifor ci ha subito convinto per la cura con la quale è stato proposto, perché partito da uno studio molto accurato dell’originario disegno del Parco”.