Tragedia sfiorata su via delle Pedicate a Monte Compatri

L'allarme arriva dal Consigliere Comunale ed ex Sindaco Fabio D'Acuti

0
151
albericaduticompatri
“La scarsa manutenzione dei privati, l’assenza di provvedimenti a tutela della pubblica incolumità (per la messa in sicurezza delle alberature) da parte di un Sindaco coraggioso a corrente alternata, unitamente al forte vento dì tramontana che sta sferzando il nostro territorio, hanno determinato questo grave episodio che, fortunatamente, non ha avuto conseguenze drammatiche solo per il caso fortuito.
Lo scorso anno cadde un altro pino, all’interno della medesima proprietà, ma nessuno assunse provvedimenti.
La situazione di quel tratto di strada è ormai drammatica per la sicurezza degli automobilisti, perché oltre ai pini che minacciano costantemente chi transita su quella strada, c’è anche una siepe di dimensioni ciclopiche che, di fatto, riduce la strada ad un’unica carreggiata.
Sperando che da questo episodio il sindaco Ferri si decida finalmente a fare il suo lavoro, cioè tutelare la sicurezza dei propri cittadini, smettendo, per un attimo, di favoleggiare su orizzonti lontani
Invitiamo anche il consigliere ELIO MASI a dare più ascolto alle segnalazioni dei pericoli per le alberature del centro urbano, piuttosto che solo all’assessore LUCA MENGARELLI, che fa tagliare pini a Laghetto, perché producono resina che rovina le autovetture dei propri elettori”. Lo dichiara in una nota il Consigliere Comunale della lista Nuovi Orizzonti per Monte Compatri Fabio D’Acuti.