Una giornata all’insegna dell’accessibilità e del made in Italy

Non vedenti in moto Guzzi: sulle rive del Lago Albano a Castel Gandolfo una rappresentazione del nostro concetto di accessibilità

0
146
motoguzzi1

motoguzzi2

Una giornata all’insegna dell’accessibilità e del made in Italy. Questo è stato Non Vedenti su due Ruote. Sulle rive del Lago Albano di Castel Gandolfo, nella cornice del Saroli Tennis Club, Le Aquile dei Castelli Moto Club Guzzi, hanno accompagnato non vedenti ed ipovedenti, prima in una esperienza tattile alla scoperta dei bellissimi esemplari di Moto Guzzi presenti, alcuni dei quali d’epoca, particolarmente apprezzati dal numeroso pubblico, poi in un giro turistico in sella alle rombanti Guzzi, lungo la Via dei Laghi, toccando Albano Laziale, Rocca di Papa ed infine tornando a Castel Gandolfo, il tutto scortati dalla R.N.R.E. Protezione Civile Nazionale.

“Oggi ricorrono le celebrazioni per i 100 anni della Moto Guzzi – ha affermato Ippazio Aradeo, Presidente delle Aquile dei Castelli Moto Club Guzzi e tra i promotori dell’iniziativa – e credo che partecipare a questo apuntamento sia il miglior modo possibile per onorare l’anima che vive nel marchio Guzzi, fatta di passione e socialità, gli stessi valori che ci hanno spinto a fondare il nostro club”.

motoguzzi3

Anche le istituzioni hanno voluto manifestare attenzione ed interesse verso i temi sollevati da questo evento: “Oggi per me è come un primo giorno di scuola – ha dichiarato il Sindaco di Castel Gandolfo Alberto De Angelis, che ha patrocinato l’iniziativa – perché sento di avere imparato qualcosa di importante: osservando come molti disabili affrontano la vita e riescono a fare cose per noi cosiddetti normali, impensabili”.

motoguzzi10

A rappresentare la Città Metropolitana di Roma era presente il Consigliere Massimo Ferrarini, che così ha commentato: “Una splendida giornata a cui non si poteva mancare. Tematiche importanti affrontate con la giusta intelligenza, anche attraverso momenti come questo debbono essere per tutti noi un grande stimolo, ogni giorno. Mi auguro – ha concluso Ferrarini – che questa sia solo una tappa e si possa portare avanti progetti sempre più concreti sui temi delle disabilità, partendo proprio dai bisogni e dalle esigenze di chi la vive in prima persona”.

Una esperienza particolarmente gradita dai partecipanti, le cui sensazioni sono state sintetizzate dalla Consigliera alle Pari Opportunità dell’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti di Roma e Provincia Silvia Tombolini: “Una giornata bellissima. Non capita tutti i giorni per un non vedente di andare in moto. C’è chi non ha mai visto una moto o chi ne ha un lontano ricordo. Per questo anche un momento ricreativo può essere importante e ringraziamo i promotori per avere voluto organizzare questo appuntamento”.

motoguzzi5

A fare da madrine all’evento sono state 16 bellissime ragazze, selezionate dalla Cinefashiongroup, che per l’ocasione hanno indossato le t-shirt realizzate dallo stylist e stilista tv Andrea Ubbiali, creatore del brand apprezzato da molte celebrità Andrea Ubbiali Cuture: “Quando il territorio chiama – ha dichiarato la Presidente Isa Doglia – soprattutto in occasioni speciali al puro scopo sociale, non possiamo che rispondere presente”.

motoguzzi6

“Oggi, grazie all’impegno di tutti, si è svolto un normale motoraduno – ha sottolineato Andrea Titti, promotore di Non Vedenti su due Ruote e direttore di questa testata – il fatto che a parteciparvi siano state persone con disabilità visiva, rappresenta il senso profondo di ciò che noi intendiamo per accessibilità. Far fare a tutti ciò che fanno tutti, indipendentemente dalle condizioni dei singoli, perché la disabilità non è un problema clinico ma una questione sociale”.