11 Settembre 2001 11 Settembre 2021, il ricordo delle Torri Gemelle nel ventennale

Oggi sabato 11 Settembre 2021 sono passati ventanni dai tragici fatti che cambiarono l'America e il mondo. Le dichiarazioni, gli approfondimenti, le riflessioni su Meta Magazine

0
696
National_Park_Service_9-11_Statue_of_Liberty_and_WTC_fire
Immagine dell'attentato alle Torri Gemelle di New York 11 settembre 2001

Oggi sabato 11 Settembre 2021 sono passati ventanni dai tragici fatti che cambiarono l’America e il mondo. Le dichiarazioni, gli approfondimenti, le riflessioni su Meta Magazine

Iniziamo con il Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea
Regionale Lazio
“11 SETTEMBRE: LE VOSTRE GUERRE SONO TERRORISMO. FREE JULIAN ASSANGE

Domani 11 settembre presidio-conferenza stampa in Piazza Barberini a Roma alle ore 11,30.

Saremo in piazza nel 20° anniversario dell’attentato alle Torri Gemelle per ricordare il terribile bilancio di 20 anni di “guerra al terrorismo” scatenate da USA e alleati NATO.

Nell’esprimere la solidarietà alle vittime civili dell’11 settembre sentiamo il dovere di ricordare che le guerre degli ultimi 20 anni hanno causato milioni di morti e decine di milioni di feriti e profughi, la distruzione di interi paesi, lo spreco di migliaia di miliardi.

Il terrorismo jihadista è stato promosso dalla fine degli anni ’70 proprio dagli Stati Uniti e da paesi alleati dell’occidente, prima utilizzato in chiave anticomunista, poi per condurre guerre neocolonialiste per procura come in Siria.

Il fallimentare esito dell’invasione dell’Afghanistan, la devastazione di Libia, Siria, Iraq, Sahel, Corno D’Africa, dimostrano che avevamo ragione come movimenti per la pace a dire no alla guerra.

Chiediamo la liberazione di Julian Assange che è da anni prigioniero e rischia l’estradizione negli USA e a una condanna a 175 anni di carcere,  per aver rese pubbliche informazioni sui crimini di guerra  commessi soprattutto in Iraq e Afghanistan e che il governo italiano si attivi nelle sedi opportune, Onu, Corte Internazionale per i diritti dell’uomo, affinché si eviti questo sopruso.

Chiediamo che l’Italia e l’Unione Europea aprano le frontiere e si occupino del trasferimento in Europa di chi intende fuggire dall’Afghanistan come tardivo atto di riparazione per la complicità nella guerra.

Chiediamo che il nostro paese la smetta di essere complice delle guerre NATO e che governo e parlamento tornino a rispettare, senza alcuna deroga,  l’articolo 11 della Costituzione.

Interverranno il segretario nazionale Maurizio Acerbo, il sen. Giovanni Russo Spena, gli ex-parlamentari europei  Eleonora Forenza e Roberto Musacchio, il candidato sindaco Paolo Berdini.

“. Lo rende noto il Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea