A Marino si presenta il libro dell’Onorevole Francesco Giro

0
1201
la citta chiara
Il libro dell'onorevole Francesco Giro La Città Chiara - Politica e Cultura per Roma

la citta chiara
Il libro dell’onorevole Francesco Giro La Città Chiara – Politica e Cultura per Roma

Un bilancio dell’attività politica svolta per Roma nel corso degli ultimi anni. E’ quanto viene raccontato dall’onorevole Francesco Giro nel suo volume “La città chiara. Politica e cultura per Roma”, pubblicato dell’editore Gangemi e disponibile nelle librerie del circuito Arion. Un racconto in prima persona dal 1995, quando ancora era collaboratore dell’Onorevole Alberto Michelini, all’incarico come Consigliere regionale di Forza Italia nel Lazio, sotto la giunta di Francesco Storace; dall’elezione nel 2006 alla Camera dei Deputati alla nomina come Coordinatore regionale del Lazio e Commissario per la Città di Roma nello stesso anno fino a quella di sottosegretario di Stato ai Beni e alle Attività Culturali nel 2008.

Dalla mia nomina a Sottosegretario di Stato ai beni e alle attività culturali, nel maggio del 2008, ho subito cercato di comprendere quali fossero i problemi della mia città. Non provavo alcun imbarazzo a farlo. Mi hanno rimproverato di esser stato un sottosegretario romanocentrico. Ma Roma è la Capitale degli italiani, non solo la città dei romani. Sono nato e cresciuto a Roma, ho studiato e ho iniziato la mia attività politica in questa Città che mi ha eletto dal 2000, e sentivo il dovere di preoccuparmi di lei, come cittadino e come rappresentante delle istituzioni. È ciò che avviene in tutte le grandi nazioni, dove la capitale è una priorità. Andate a raccontare a un politico francese o tedesco di non preoccuparsi di Parigi o di Berlino e sentirete la loro risposta!”

Gran parte del libro è dedicata al risanamento dell’area archeologica centrale che ha portato – grazie a un commissariamento straordinario – non solo a contrastare il degrado ma a mettere in sicurezza e a riaprire strutture inaccessibili e chiuse da moltissimo tempo come la Casa delle Vestali e il Tempio di Venere e Roma al Foro Romano, la Vigna Barberini e le Arcate Severiane al Palatino, il terzo ordine e gli ipogei dell’Anfiteatro Flavio.
Grande attenzione all’apertura di importanti strutture museali come il MAXXI (Museo delle Arti del XXI secolo), delle sale del primo e del secondo piano della Galleria Nazionale di Arte Antica in Palazzo Barberini, nonché alle mostre e agli eventi legati al quartocentenario della morte di Caravaggio. Un’ultima sezione è dedicata al Lazio e in particolare al progetto di tutela e di valorizzazione, volto alla realizzazione del Polo Tiburtino, un sistema culturale integrato che interessa Villa Adriana, Villa d’Este, Villa Gregoriana, il Santuario di Ercole Vincitore, la Rocca Pia e le Scuderie Estensi.

FRANCESCO GIRO, Roma 1963. Laureato in filosofia morale, esperto di bioetica. Dal 2000 al 2005 è consigliere regionale del Lazio nel gruppo di Forza Italia. Nel 2006 viene eletto alla Camera dei deputati; è membro della Commissione bicamerale per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi. Nello stesso anno viene nominato da Silvio Berlusconi Coordinatore regionale del Lazio e Commissario di Forza Italia per la Città di Roma. Rieletto alla Camera dei deputati nel 2008 nella lista del Popolo della Libertà, è nominato Sottosegretario di Stato ai beni e alle attività culturali del IV Governo Berlusconi, carica che ricopre fino al 2011. Attualmente è membro della Commissione parlamentare Cultura, scienza e istruzione del Senato.