ALBANO C5: L’Under 17 riparte in … Quarta!

L'Albano affida la squadra Under 17 a Alessio Quarta. Nato nella cantera del club castellano, Alessio ci racconta le sue emozioni per la sua prima panchina nell'agonistica.

0
286

Alessio Quarta, classe 1995, è uno degli allenatori dell’Albano calcio a 5. Profilo storico del club rossoblù, Alessio è passato dal campo alla panchina, conseguendo la qualifica federale di Allenatore di Calcio a cinque e iniziando a seguire i ragazzi della Scuola Calcio Elite. Negli anni passati ha avuto la responsabilità dei gruppi squadra di Under 13 e Pulcini. Nella stagione 2023/2024 la Direzione Tecnica gli ha affidato il gruppo dell’Under 17, prima sua esperienza nel settore giovanile agonistico.

È la prima volta che alleni una formazione agonistica. Con che emozioni ti approcci a questa nuova esperienza?
“Prendo la gestione di un gruppo che ha fatto benissimo nella scorsa stagione, grazie anche all’ottimo lavoro di Mister Giorgio Falotico. Sono molto emozionato, perché, come si diceva, è la mia prima esperienza in una squadra importante, che ha lottato fino alla fine per il passaggio di categoria, ma allo stesso tempo sono determinato a fare bene. Ce la metterò tutta per trasmettere la mia passione ai ragazzi e creare un gruppo unito in ogni situazione. Quello che è certo è che darò il meglio di me.”

Quali sono le tue aspettative per il campionato?
“Le aspettative per il campionato sono di provare a fare il meglio possibil, cercando di posizionarci nella parte “migliore” della classifica. Se affronteremo il campionato élite ci sarà da confrontarsi con formazioni con un’esperienza maggiore, ma noi ce la metteremo tutta per dimostrare che ci meritiamo la categoria.”

Continuerai anche ad essere presente nella Scuola Calcio?
“Certo, continuerò anche nella scuola calcio. Ho molto a cuore la crescita tecnica dei bambini e prenderò spunto dalle linee guida federali, che ho approfondito nella mia recente collaborazione con il Settore Giovanile e Scolastico della FIGC, bellissima esperienza che mi auguro di proseguire anche in questa stagione. Applicare le indicazioni federali rappresenta, a mio parere, la migliore garanzia per la crescita dei più piccoli, sia come giocatori che come persone. Nella categoria Pulcini sarò affiancato da Francesco Dietrich, reduce dal suo primo Corso Grassroots Livello E, un ragazzo con grande voglia di fare bene. Mi sono messo inoltre a disposizione della Direzione Generale del Club per supportare dal punto di vista tecnico, anche altri gruppi, qualora fosse necessario.

“Che cosa pensi di questa crescita continua dell’Albano?
Ho sempre creduto nel progetto Albano. Con il passare del tempo stiamo migliorando sempre di più e la qualità del nostro lavoro è sotto gli occhi di tutti. Anno dopo anno stiamo crescendo sempre di più. La nostra forza è l’umilità e lo spirito di collaborazione di tutto il gruppo dei tecnici, ottimamente supportato dallo staff direttivo. Siamo entrati tutti nell’ottica del miglioramento continuo e stiamo constatando che è la strada giusta per arrivare sempre più in alto.”

Quali sono i tuoi sogni per il tuo futuro da allenatore?
“Cercare di migliorarmi ogni giorno di più, sia dal punto di vista dell’esperienza sul campo che da quello della formazione. Il prossimo passo sarà quello di conseguire la qualifica Uefa A che consente di allenare anche squadre di categoria superiore. Il mio sogno? In realtà sono due e che vorrei con tutto me stesso che coincidessero: arrivare ad allenare in Serie A e che la squadra … sia l’Albano!”

Un messaggio alla tua nuova squadra.
“Posso garantire ai miei ragazzi che non mi risparmierò nel mettere a loro disposizione le mie competenze e la mia esperienza maturata sul campo. Condivideremo quei valori propri dello sport e anche della vita che mi appartengono: la cultura del lavoro, la determinazione, la passione e la voglia di vincere, dando il massimo in ogni frangente. Credo in questo gruppo che è composto da ragazzi che sono con noi da anni e che ho avuto modo di apprezzare vedendoli in campo e che sono certo, hanno dei notevoli margini di miglioramento. Toccherà a me tirare fuori il meglio da tutti loro e, insieme, regaleremo, e ci regaleremo, delle bellissime soddisfazioni.”