CALCIO A CINQUE. Paolo Forte tra passato e futuro

La Forte Colleferro è pronta per affrontare il 2023 con entusiasmo e passione. Avviato l'iter per il riconoscimento a Scuola Calcio Elite FIGC e per il Progetto Tutela Minori.

0
460

Se ne va il 2022 e scende in campo l’Anno Nuovo. Un 2023 che tutti si augurano migliore del precedente, ma che si presenta comunque impegnativo per il mondo dello sport e non solo Abbiamo chiesto a Paolo Forte, Allenatore della Forte Colleferro, il suo bilancio sull’anno appena terminato e le sue aspirazioni su quello appena iniziato.

Mister Forte, come è andato il 2022 per la Forte Colleferro?

“Un anno particolare, un anno di ripartenza dopo la fase acuta della pandemia. Un anno che, comunque ci ha regalato enormi soddisfazioni e qualche problema.”

Partiamo dalle soddisfazioni.

“Abbiamo confermato che siamo, sul territorio, un punto di riferimento saldo per tutti coloro che amano il nostro sport o che si vogliono avvicinare per la prima volta ad esso. E non parlo solo dal punto di vista agonistico, visto che siamo l’unica squadra a Colleferro e dintorni che, da anni, è presente, stabilmente, a livello nazionale, ma anche, e soprattutto, per tutto quello che riguarda l’organizzazione, la qualità del gruppo tecnico e dirigenziale, che colgo l’occasione per ringraziare per l’ottimo lavoro svolto, e la qualità della proposta tecnica. La dimostrazione è davanti agli occhi di tutti. Chi gioca a calcio a cinque, e non solo nella nostra società, è cresciuto, in tantissimi casi, all’ombra del Palaromboli. E di questo ne siamo particolarmente fieri. Se a questo aggiungiamo anche di aver lanciato giocatrici che oggi militano in squadre importanti di calcio femminile, i fiori all’occhiello sono davvero tanti. Il fatto che la Lega Nazionale Dilettanti ha confermato alla guida della Rappresentativa del Lazio Under 19 il nostro Staff al completo, anche per il prossimo Torneo delle Regioni, è l’ennesima conferma della stima e della considerazione che godiamo a tutti i livelli e che ci siamo guadagnati con il nostro impegno e la nostra passione. ”

Come è andata con il settore femminile?

“Un successo straordinario, anche oltre le nostre più rosee aspettative. La nostra Prima Squadra ha dominato per lunghi tratti il Campionato di Serie D e ha conquistato, meritatamente, la promozione nella serie superiore, grazie anche al contributo e al lavoro di Mister Lorenzo Forte e del suo staff. Riapplicare anche con le ragazze metodi e sistemi di allenamento ampiamente sperimentati negli anni passati con i maschietti è stato alla base di questo eccellente risultato. Il boom di iscrizioni che oggi ci permette di schierare ben due squadre nel settore femminile a livello giovanile significa che il nostro impegno ha aperto una nuova frontiera dello sport colleferrino.”

E con la prima squadra?

“Dopo tanti anni, il futsal a Colleferro è tornato, per merito della Forte, a lottare per obiettivi di assoluto prestigio, conquistando i playoff per l’accesso alla Serie A2 e lottando sino alla fine per il passaggio di categoria. Anche qui il lavoro svolto con impegno, entusiasmo e professionalità da staffe giocatori è stato quello che ha premiato i nostri sforzi. Un anno davvero indimenticabile. E’ anche vero che in questo avvio di stagione stiamo soffrendo più del dovuto, ma è il prezzo che dobbiamo pagare se vogliamo investire sui giovani, premiando chi viene dalla nostra Scuola Calcio. Lo sport non può essere solo ricerca di sponsor, ma anche credere in un progetto serio che vede protagonista chi sposa una idea di famiglia sportiva come è la Forte Colleferro.”

E, a proposito di Scuola Calcio, siete in fase di qualificazione come Scuola Calcio Elite FIGC

“Abbiamo sposato il progetto della Federazione per diventare Scuola Calcio Elite di Terzo Livello che, per spiegare, ci vede paragonati, come qualità tecnica e organizzativa, ai grandi club professionistici di calcio a 11 della nostra Regione. Saremmo tra i pochissimi Club di Futsal a far parte di questo gruppo. E anche questa è stata una ulteriore tappa del nostro cammino di crescita. Abbiamo dovuto lavorare sulla nostra struttura societaria e su quella tecnica, inserendo tecnici qualificati, come richiede il progetto e adottando il Sistema di Tutela Minori proposto dalla UEFA e recepito dalla nostra Federazione. Un modello nuovo di organizzazione che porta ai livelli più alti la garanzia che i nostri ragazzi e le nostre ragazze possano vivere lo sport in un ambiente sano e sicuro. E anche qui debbo ringraziare chi si sta mettendo a disposizione per conquistare anche questo traguardo.”

E quali sono, invece, le preoccupazioni per l’anno che verrà?

“Dal punto di vista sportivo, nessuna, anzi. Stiamo invece facendo uno sforzo formidabile per affrontare i costi sempre crescenti, senza ribaltarli sulle famiglie dei nostri ragazzi e delle nostre ragazze. Vogliamo continuare a garantire, a tutti coloro che lo desiderano, di poter far sport con un impegno economico compatibile con l’attuale situazione economica generale, mantenendo gli standard attuali. E’ aperta una interlocuzione con l’Amministrazione comunale per contenere i costi di gestione dell’impianto e stiamo attuando tutta una serie di iniziative per non pesare su quote di iscrizione che, comunque rimangono tra le più basse del territorio. E’ una partita difficile, ma sono sicuro che, con l’aiuto di tutti, ce la faremo a gestirla nel migliore dei modi.”

E quale messaggio Paolo Forte si sente di mandare a tutti i componenti della Forte Colleferro?

“Sicuramente un messaggio di grande ottimismo e di fiducia nel futuro dello sport, del calcio a cinque e della nostra Società. Siamo abituati a combattere a testa alta, ad affrontare difficoltà, ad accettare le sconfitte sul campo e a gioire per le vittorie conquistate. Nel ringraziare tutti, senza escludere nessuno, per quanto di bello è stato realizzato nel recente passato, guardiamo avanti, sicuri che il meglio deve ancora venire. Buon Anno a tutti.”