Frascati che verrà “L’onda lunga del piano di riequilibrio (bocciato) nei rincari della mensa scolastica”

0
84

“L’arrivo del nuovo gestore del servizio mensa scolastica è coinciso con un aumento del servizio individuale. Si è passati dai 3,50 € (a pasto) spesi dalle famiglie nel 2019, ai 5,34 € richiesti nella deliberazione di Giunta Comunale n.69 del 13-09-2021 “Rideterminazione tariffa del servizio di refezione scolastica anno scolastico 2021/2022 e successivi” che con deliberazione del Commissario Straordinario n.54 del 21-09-2021 è stata rinviata per approfondimenti.

Si tratta ancora una volta dell’onda lunga di atti amministrativi nati sulla base di un piano di riequilibrio – che ricordiamolo è stato bocciato dalla Corte dei Conti – nel quale è stato previsto che l’intero onere del servizio mensa, ed eventuali oneri aggiuntivi (fino ad un massimo del 20% rispetto al costo del servizio) debbano gravare sulle spalle delle famiglie con figli in età scolare.

Appare palese che il costo pro quota della mensa scolastica pari a 5,34 € sottopone le famiglie ad uno sforzo economico importante e non crediamo che questo incremento sia totalmente giustificabile facendo riferimento all’emergenza sanitaria (Covid-19) e alle difficoltà economiche del comune che attualmente è in pre-dissesto economico.

Per capirci meglio possiamo far riferimento al vicino comune di Monte Porzio Catone che per i residenti applica una tariffa di circa 78 € mensili, considerando una media di 20 pasti al mese, si tratta di un importo giornaliero di circa 3,90 €. Anche il comune di Monte Porzio Catone sta combattendo contro il Covid-19, ma soprattutto, deve essere tenuto in considerazione, che il comune di Monte Porzio Catone è in dissesto finanziario. Nonostante la difficile situazione economica il comune di Monte Porzio Catone riesce a farsi carico del 36% del costo della mensa scolastica, dando un aiuto reale alle famiglie.

Crediamo quindi che si sarebbe potuto fare di più nel gestire una situazione tanto delicata e importante per le famiglie di Frascati, confidiamo che gli approfondimenti in corso consentano di avviare una riduzione delle tariffe (diminuendo almeno quel 18% che è stato aggiunto per l’emergenza Covid) e siamo sempre più convinti che serva dare discontinuità amministrativa per superare le molte criticità emerse”. Lo rende noto la lista civica Frascati che verrà per bocca dei coordinatori Piero Iacono e Claudio Cerroni

Print Friendly, PDF & Email