Il 6 giugno inaugurazione del progetto di Raccolta Differenziata

Da rifiuto organico a terriccio deidratato, senza strutturanti e acceleranti

0
354
lagocastello
Lago di Castel Gandolfo

Da rifiuto organico a terriccio deidratato, senza strutturanti e acceleranti, riducendo di oltre il 90% in peso e volume la frazione organica della Raccolta Differenziata e abbattendo i costi di gestione dell’umido. È il nuovo progetto che partirà dal 6 giugno a Castel Gandolfo con l’installazione di un’apparecchiatura meccanica grazie ad un finanziamento ottenuto dalla Regione Lazio per il compostaggio locale.

Vicino all’isola ecologica in via Mater Dei l’Amministrazione Comunale ha installato questa nuova macchina che, attraverso il processo aerobico COMPOSTYLE di SAEC Group S.r.l. a camera stagna, quindi senza la fuoriuscita e l’immissione nell’aria di odori, liquidi o gas, consente una notevole riduzione di rifiuti biodegradabili di mense e cucine (codice CER 200108).

L’inaugurazione del nuovo progetto si terrà lunedì 6 giugno alle ore 16.30 nei pressi dell’Isola Ecologica alla presenza della Sindaca Milvia Monachesi, dell’Assessore Alberto De Angelis e di Simonetta Rossi Espagnet, Quality & Safety Consultant, di Giovanni Petrucciani, ingegnere ACN Associati assistenza allo sviluppo di progetti di ricerca, Paola Vari e Pierluigi Pietrangeli, ingegneri che hanno curato il progetto per il Comune di Castel Gandolfo, e Tania Del Duca, Architetto progettista. Sarà presente anche Saec Group Srl per una dimostrazione pratica del dispositivo.

In questa prima fase di sperimentazione del nuovo progetto il compostaggio locale diventerà anche partecipativo con il coinvolgimento di circa 200 utenze individuate dal Comune e, con la ripresa del nuovo anno scolastico, anche delle classi della scuola Primaria e Secondaria di primo grado di Castel Gandolfo.

Ogni utenza che parteciperà alla sperimentazione riceverà specifici sacchetti compostabili in carta da utilizzare per la raccolta della frazione organica e saranno appositamente informate sulla modalità di scelta degli scarti organici domestici. La frazione organica verrà poi raccolta con il consueto servizio porta a porta e conferito nel COMPOSTYLE di SAEC Group S.r.l. che si trova nell’Isola Ecologica di Castel Gandolfo.

Come funziona COMPOSTYLE di SAEC Group S.r.l.
La tecnologia individuata e scelta dall’Amministrazione Comunale è quella della società SAEC Group S.r.l.rispondente alle BAT (Best Available Technology) o Migliori Tecniche Disponibili. Essa è basata su tecnologia brevettata, “Bio-Ingegnerizzata” che grazie ad una componente di attivazione enzimatica, attraverso un processo aerobico raggiunge una rapida condizione ottimali di lavoro.
Questa peculiarità fa sì che, con riferimento alla Bio ossidazione accelerata di tipo “tradizionale” non vi sia necessità di strutturante (pellet o segatura) da miscelare in ingresso allo scarto organico da conferire, perché la velocità di degradazione e deidratazione impediscono fenomeni di impaccamento e rilascio liquidi.

Questo rappresenta un abbattimento del costo di gestione ed un contestuale aumento, “chiavi in
mano”, della reale capacità di trattamento. Il Processo COMPOSTYLE di SAEC Group S.r.l. consente una notevole riduzione in peso del materiale intorno al 90%, con trasformazione del restante 10% in un prodotto dalle caratteristiche definibili in sintesi come “terriccio deidratato” conosciuto con l’acronimo Te-d.