Lega, Città Futura, Fdi e Rosatelli con Genzano lasciano l’aula consiliare

"Tale decisione è stata comunicata, a nome di tutti, congiuntamente, dal Consigliere Flavio Gabbarini". Lo dichiara la presidente del Consiglio Comunale di Genzano Patrizia Genzano.

0
166

“Tale decisione è stata comunicata, a nome di tutti, congiuntamente, dal Consigliere Flavio Gabbarini”. Lo rende noto il Presidente del Consiglio Patrizia Mancini.

Ho appreso con sconcerto ed amarezza, ad inizio seduta dell’odierno Consiglio Comunale (3 febbraio 2021), la decisione di abbandonare l’aula consigliare per protesta da parte dei gruppi di Lega Salvini Lazio, Movimento Civico Città Futura, Fratelli d’Italia e Rosatelli con Genzano.

Tale decisione è stata comunicata, a nome di tutti, congiuntamente, dal Consigliere Flavio Gabbarini.

Reputo questo atto, seppur legittimo, inutile ed irrispettoso, nonché lesivo dell’onorabilità del Sindaco e dell’intero Consiglio Comunale.

Faccio proprio l’appello all’unità e al senso di responsabilità del Presidente della Repubblica Mattarella, a fronte di un’emergenza sanitaria, sociale, economica ed esistenziale drammatica ed epocale, interpretando un sentimento nazionale largamente diffuso e maggioritario, che scaturisce dalle difficoltà, dalle necessità e dal dolore dei nostri concittadini e concittadine.

Pertanto, al di là del ragguardevole merito della singole questioni, anch’io, con modestia e rispetto, faccio appello al Consiglio Comunale nella sua interezza di anteporre sempre i problemi dei cittadini e delle cittadine a qualsiasi interesse particolare e di partito, seppur degno di attenzione e considerazione.

Non è il momento delle divisioni né dei particolarismi.

Non è il momento di assumere atteggiamenti notarili ed ostruzionistici su singole disquisizioni giurisprudenziali di questo o quell’articolo di regolamento, seppur importanti, ma che devono necessariamente arrivare a sintesi, a partire dai luoghi deputati a dirimere le controversie e raffredare i conflitti, e cioè le tre Commissioni Consigliari permanenti, alle quali si è aggiunta, per volere ed iniziativa del Sindaco, del Presidente, della maggioranza e dell’intero Consiglio, una speciale Commissione Consigliare sull’emergenza Covid, già attiva e ben operante.

In qualità di Presidente del Consiglio e in attuazione del Regolamento, ho già creato ed organizzato l’Ufficio del Consiglio Comunale, con una sede adeguata ad appannaggio di tutti i Gruppi, nonché provvedendo a una degna dotazione organica di personale, arredi e strumenti di lavoro, con una Responsabile ed una Segretaria a disposizione, per permettere il pieno svolgimento dell’attività istituzionale dei Consiglieri Comunali, senza necessità di richiesta di accesso agli atti e con un supporto reale, funzionale ed organizzato, finalizzato alla soddisfazione delle loro esigenze.

La trasparenza e la partecipazione non si declamano, ma si costruiscono, con atti e fatti certi.

Auspico che si ritorni allo spirito iniziale del nostro Consiglio Comunale, allorché insieme arrivammo a sintesi unitaria e votammo all’unanimità una Mozione unitaria sulla situazione ospedaliera del nostro territorio, in relazione a come meglio contrastare la pandemia ed organizzare con efficienza e razionalità la rete sanitaria ed assistenziale.

È quella la strada giusta, l’unica che si addice ad una Città come la nostra Genzano, da sempre abituata ad una Cultura politica ed amministrativa alta, nobile, responsabile ed unitaria, solidaristica e volontaristica.

Sono certa che maggioranza ed opposizione avranno sempre a cuore quel seminato come stella polare con cui orientarsi, soprattutto nell’ora più buia, che è quella delle decisioni: inderogabili, tempestive, epocali”. Lo dichiara la Presidente del Consiglio Comunale di Genzano Patrizia Mancini.

Print Friendly, PDF & Email