Marino Pallavolo (serie C femm.), Trinca: “Mi piacerebbe arrivare nelle categorie nazionali con questo club” Posta in arrivo

“Vogliamo divertirci, dando sempre il massimo di noi stesse” dice Sara Trinca, opposto (o in qualche caso anche martello) classe 2005 in forza al gruppo marinese e prodotto purissimo del settore giovanile del club castellano.

0
215
marino_pallavolo_serie_c_femminile
Marino Pallavolo Serie C Femminile

La serie C femminile del Marino Pallavolo vivrà un sereno rush finale di campionato. Le ragazze di coach Marco Di Lucca, da neopromosse, hanno già centrato l’obiettivo stagionale della permanenza in categoria e ora si apprestano ad affrontare le ultime quattro gare stagionali, a cominciare da quella di sabato sul campo del Cosmos Latina. “Vogliamo divertirci, dando sempre il massimo di noi stesse” dice Sara Trinca, opposto (o in qualche caso anche martello) classe 2005 in forza al gruppo marinese e prodotto purissimo del settore giovanile del club castellano. “Ho iniziato a giocare a pallavolo dieci anni fa e l’ho fatto sempre al Marino Pallavolo. Da quattro anni sono nel giro della prima squadra e mi trovo benissimo in questo ambiente. Sono molto appassionata di questo sport, ma al tempo stesso tanto competitiva e quindi un giorno mi piacerebbe fare una categoria nazionale, magari proprio con la maglia del Marino Pallavolo”. Il bilancio stagionale della serie C femminile è sicuramente positivo: “Abbiamo fatto un bel campionato, anche considerando che questa era una squadra neopromossa – sottolinea la Trinca – Il gruppo è molto unito sia dentro che fuori dal campo e abbiamo lavorato tanto per creare una mentalità più forte. La differenza tra serie D e serie C è evidente, abbiamo incontrato avversarie molto forti, ma siamo cresciute molto nell’arco della stagione. La conferma è arrivata nelle ultime due partite che abbiamo giocato contro la Gio Volley (seconda della classe, ndr) e la Dea Volley (terza): all’andata avevamo perso con un doppio 3-0, nelle sfide di ritorno abbiamo portato le due gare al tie break lottando alla grande prima di cedere per 3-2”. I meriti vanno condivisi con coach Marco Di Lucca: “Il rapporto tra lui e il gruppo è estremamente solido. Si preoccupa di noi e cerca costantemente di spronarci. Personalmente mi allena da cinque anni e mi ha sempre dimostrato una grande fiducia, un aspetto fondamentale per esprimermi al meglio”.
Che il settore giovanile del Marino Pallavolo “scoppi di salute” anche nel settore femminile, oltre che in quello maschile, è testimoniato dall’ottimo inizio di Under 18, Under 16 e Under 14: le tre squadre, infatti, hanno vinto tutte la prima partita dei sedicesimi di finale del tabellone finale. Il frutto di un lavoro iniziato da tempo che sta dando frutti sempre più interessanti.