Raggi verso ordinanza urgente per apertura discarica Albano

0
723
roncigliano
Discarica di Roncigliano

Raggi verso ordinanza urgente per apertura discarica Albano

‘Inerzia Regione ci spinge verso questa decisione’

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha chiesto di predisporre un’ordinanza urgente per imporre la riapertura della discarica di Albano Laziale. “L’inerzia della Regione Lazio – ha detto la sindaca spiegando le motivazione alla base della scelta – ci costringe a questa decisione per evitare il peggioramento della crisi e conseguenze igienico-sanitarie per le persone”.
A quanto si apprende, in qualità di sindaca della Città Metropolitana, Raggi utilizzerebbe poteri commissariali per consentire la riapertura della discarica in provincia di Roma, per il conferimento potenziale di 200 mila tonnellate di rifiuti.

Rifiuti Roma: prefetto chiede a istituzioni soluzioni a breve

Il prefetto di Roma Matteo Piantedosi questa mattina ha riunito le istituzioni cittadine per cercare soluzioni nel breve periodo per uscire dalla situazione di emergenza rifiuti. A quanto si apprende, il prefetto ha chiesto a ogni interlocutore al tavolo di individuare con sollecitudine soluzioni alternative e aggiuntive per il breve periodo per il conferimento delle tonnellate di rifiuti che attualmente non si riescono a trattare negli impianti cittadini. Nel corso del vertice, a quanto filtra, non sarebbe stata affrontata la volonta’ espressa dalla sindaca Virginia Raggi, in qualità di guida della Città Metropolitana, di riaprire la discarica di Albano Laziale per conferire fino a 200mila tonnellate di rifiuti. Sarebbe stata accolta l’istanza presentata da Giovi, che gestisce i 2 Tmb di Malagrotta, che chiede la possibilità di poter conferire ancora per qualche giorno in un impianto vicino Viterbo in attesa che parta l’accordo stipulato con una struttura nelle Marche. Domani potrebbe arrivare un’ordinanza regionale per consentire ancora una decina di giorni di trasporti nel sito viterbese. Il tavolo di lavoro, per volontà del prefetto, avrà aggiornamenti quotidiani con un monitoraggio sulle attività vista la situazione di emergenza, con cumuli di rifiuti in strada da giorni. Piantedosi terrà informati gli organi competenti di governo sull’evoluzione della situazione.

Rifiuti, Durigon (Lega) “I rifiuti sono la Caporetto di Raggi e Zingaretti”

“I rifiuti sono la Caporetto di Raggi e Zingaretti. La colpevole perdita di tempo di entrambi ha creato l’emergenza vergognosa che è sotto gli occhi di tutti. Un lassismo pagato a carissimo prezzo dai romani. È l’ora di voltare pagina”.

Lo dichiara il sottosegretario al Mef e coordinatore regionale della Lega, Claudio Durigon

Rifiuti, Becchetti (Lega) “Raggi e Zingaretti giocano al gatto col topo”

“Il sindaco della Città metropolitana, Virginia Raggi, vuole riattivare il Tmb di Albano con l’annessa discarica? Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, alzerà le barricate a difesa del sindaco del PD oppure preferirà colpire ancora Civitavecchia, il Frusinate e il Viterbese?
Zingaretti sembra un topo in trappola, mentre la Raggi vorrebbe catturarlo nelle vesti di un gatto a discapito dei contribuenti di Roma. Povera Capitale, povera Regione Lazio”

Lo dichiara il coordinatore romano della Lega, Alfredo Becchetti

Rifiuti: Calabria (FI), “vergogna Raggi, Roma precipitata nella crisi”
“Roma è di nuovo precipitata in una crisi profonda dovuta alla mancata raccolta dei rifiuti, con il conseguente rischio sanitario confermato anche da esponenti di governo. Proprio nell’estate in cui l’attrattività turistica della Capitale dovrebbe essere massima, al pari della salubrità della città, Roma viene attraversata dai miasmi che mettono a repentaglio la salute dei cittadini”. Lo dichiara la deputata di Forza italia Annagrazia Calabria. “Anni di vergognosi rimpalli di responsabilità tra il sindaco di Roma Virginia Raggi e il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti hanno dato come risultato un problema di rilevanza nazionale che deve essere affrontato con urgenza per tutelare i romani e l’immagine dell’Italia nel mondo”, conclude.

 

RIFIUTI:VALERIANI, DICHIARAZIONI RAGGI ASSURDE REGIONE RISPONDE A RICHIESTA UNANIME TAVOLO E SI ASSUMERÀ RESPONSABILITÀ

“Al termine di una riunione convocata dal Prefetto di Roma anche con la partecipazione dell’assessore ai rifiuti del Comune di Roma Katia Ziantoni e dell’amministratore della società Ama Stefano Zaghis, la Sindaca Raggi ha rilasciato dichiarazioni assurde sull’emergenza rifiuti, annunciando provvedimenti non comunicati alla riunione in Prefettura. Ennesimo segnale della drammatica confusione e approssimazione che regna in Campidoglio. In questi anni la  Regione Lazio ha aiutato Roma in tutti i modi, ma soprattutto in questi mesi ha tentato di evitare l’emergenza rifiuti nella capitale e si è fatta carico, con le altre province laziali, di accogliere e gestire i rifiuti romani. Questo perché l’amministrazione comunale in questi 5 anni non ha compiuto alcuna scelta che servisse a risolvere davvero la questione rifiuti, rifiutandosi di adempiere alle proprie competenze stabilite per legge. Il risultato è una città piena di rifiuti e una tassa, che pesa sulle tasche dei romani, tra le più alte in Italia a causa della necessità di conferire i rifiuti altrove, visto che Roma, la capitale d’Italia, non è autosufficiente. Senza contare la raccolta differenziata ferma da anni al 45%. Anche questa volta la Regione Lazio si assumerà le sue responsabilità accogliendo la richiesta unanime dei partecipanti alla riunione istituzionale di prorogare l’ordinanza che prevede il conferimento dei rifiuti romani nella discarica di Viterbo. Ora la Raggi dimostri di essere sindaco e individui i siti sul territorio comunale dove realizzare gli impianti necessari alla chiusura del ciclo dei rifiuti”.

Lo dichiara in una nota l’assessore regionale al ciclo dei rifiuti, Massimiliano Valeriani.