Volley Club Frascati (serie C masch.), La Bella e la prima vittoria: “Col Marino buona prestazione”

La serie C maschile del Volley Club Frascati ha centrato la prima vittoria

0
98

La serie C maschile del Volley Club Frascati ha centrato la prima vittoria. I ragazzi di coach Francesco Antonazzo hanno sconfitto per 3-0 il Marino nel derby di sabato scorso, riscattando le precedenti due sconfitte con Isola Sacra e Anzio (a cui si è aggiunto un turno di riposo). Il martello classe 1992 Alessandro La Bella commenta la sfida in modo più approfondito: “Nel primo set non c’è stata storia, tanto che siamo riusciti a lasciare gli avversari a 15 punti. Nel secondo si è verificato un calo generale a livello mentale, ma siamo riusciti comunque a recuperare nel finale e a portare a casa il parziale, mentre il terzo è filato via un po’ più liscio”. La Bella ha festeggiato al meglio la sua prima presenza in stagione: “Venivo dalla rottura del mignolo della mano sinistra. E’ stato un azzardo considerando che ho rimediato l’infortunio due settimane fa, ma con una buona fasciatura non ho avuto problemi. Marino ha una formazione molto giovane, ma con tanti ragazzi validi, un paio dei quali sono scesi dalla serie B nazionale che loro hanno. C’è stata un’ottima prestazione da parte di tutti e in particolare di Alessio Zampana che ha avuto qualche basso, ma si è ripreso alla grande e ha inciso parecchio. Ora prepariamo la sfida col Roma Cali che ha una buona formazione”. La Bella parla degli obiettivi della squadra tuscolana: “Possiamo guardare alla parte alta della classifica, ma bisogna lavorare tanto. Sarà difficile in questo girone arrivare ai play off (nei primi tre posti, ndr), ma si può fare bene se i nostri giovani cresceranno nel modo giusto anche perché il gruppo è molto affiatato nonostante le differenze d’età. Inoltre il presidente Massimiliano Musetti è sempre presente e ci tiene tantissimo al settore maschile”. La Bella è tra i volti nuovi del Volley Club Frascati: “L’anno scorso sono stato fermo per motivi di lavoro. Mi ha voluto coach Francesco Antonazzo che mi aveva allenato alla Roma 20. Ho potuto conciliare gli impegni sportivi con quelli lavorativi, inoltre conoscevo alcuni ragazzi presenti nel gruppo e ho accettato di buon grado”.