Ballottaggio Ciampino, Ballico: “vincono l’astensionismo e un grande minestrone politico

Solo la metà dei cittadini il 43,73% ha scelto il prossimo Sindaco

0
52
ballico
ballico

“Solo la metà dei cittadini il 43,73% ha scelto il prossimo Sindaco, con un astensionismo importante che sicuramente ha favorito chi da sempre ha “gestito” il paese tramite assunzioni, favori e condoni. Ciampino sarà nuovamente guidata da coloro che l’hanno governata male per oltre venti anni, lasciando solo cemento, traffico e buchi di bilancio. La Colella che non potrà mai essere in discontinuità con il passato, perché ha fatto parte negli anni di quelle Giunte responsabili dello scempio di Ciampino, troverà da subito la nostra più ferma opposizione in Consiglio Comunale”. Lo dichiara, in una nota, Daniela Ballico, Sindaco uscente di Ciampino.

 

“Quello di oggi non è un percorso che si interrompe, ma un nuovo inizio. Continueremo a lavorare per il bene di Ciampino, come abbiamo sempre fatto, dai banchi del Consiglio comunale, rappresentando tutti cittadini che ci hanno concesso la loro fiducia. Vigileremo sulla nuova amministrazione, affinché non si ripetano gli scempi del passato e continueremo a lottare e a lavorare per ciò che reputiamo importante per Ciampino, iniziando con la salvaguardia dell’IGDO e del cuore della Città”.

 

“Voglio ringraziare tutti i cittadini di Ciampino che mi hanno concesso, ancora una volta, la loro fiducia e il loro affetto, nonostante avessi ancora una volta tutte le altre forze politiche schierate contro. Intendo ringraziare tutta la mia coalizione, che ha sempre creduto in me, tutti i nostri candidati che hanno svolto un lavoro encomiabile sul territorio per far conoscere il nostro programma. Ci aspetta un Consiglio comunale che grazie a noi è comunque finalmente libero da traditori, rinviati a giudizio e cercatori di poltrone, che sono stati esclusi e puniti dagli elettori di Ciampino per aver interrotto troppo presto il nostro programma di rinnovamento della Città, creando un danno enorme a tutta la nostra comunità”.