Ciampino, il chiarimento dell’Amministrazione sulla vicenda delle classi della scuola Bachelet

"Abbiamo avuto notizia, da parte della Scuola Bachelet, che in merito alla loro richiesta di conferma dell'organico per il prossimo anno scolastico, l’Ufficio Scolastico provinciale ha risposto che per quanto riguarda la sezione a tempo ridotto, ci sono due classi che non raggiungono il numero minimo previsto dalla legge e tali classi dovrebbero essere smembrate e accorpate"

0
91
citta_ciampino
Città di Ciampino

“Abbiamo avuto notizia, da parte della Scuola Bachelet, che in merito alla loro richiesta di conferma dell’organico per il prossimo anno scolastico, l’Ufficio Scolastico provinciale ha risposto che per quanto riguarda la sezione a tempo ridotto, ci sono due classi che non raggiungono il numero minimo previsto dalla legge e tali classi dovrebbero essere smembrate e accorpate.

All’interno della scuola primaria Bachelet esiste unicamente una sezione a tempo ridotto e due sezioni a tempo pieno, e per tale motivo, le due classi a tempo ridotto dovrebbero essere accorpate con altre classi a tempo prolungato.

L’Amministrazione Comunale, non appena ricevuta questa notizia, si è immediatamente attivata presso l’Ufficio Scolastico Regionale, pur trattandosi di un rapporto che riguarda unicamente le scuole e il suddetto Ufficio Scolastico, cercando una mediazione che tutelasse le ragioni delle famiglie e della scuola, con le quali l’Amministrazione ha aperto, fin da subito, un canale di comunicazione costante, tenendole aggiornate sugli sviluppi della situazione.

Purtroppo, al momento, la Direzione Generazione dell’Ufficio Scolastico regionale ha risposto che non sussistono le condizioni per derogare questa situazione.

Purtroppo l’Amministrazione comunale non ha competenza in merito a questa situazione e non può che esprimere la propria solidarietà alle famiglie per i disagi”. Lo rende noto l’Area Comunicazione del Comune di Ciampino.

Print Friendly, PDF & Email