Cinema AlFellini, ecco le card dedicate ai residenti

Il 13 e il 19 aprile pronte due notti ‘stellari’

0
59
nottistellarialfellini

Al Cinema comunale AlFellini prosegue la campagna abbonamenti con l’arrivo delle nuove card dedicate ai residenti di Grottaferrata. Venti proiezioni al costo di cento euro (soli cinque euro a spettacolo), che si uniscono alle altre agevolazioni previste, come i biglietti scontati per over 65 e per le persone con fragilità. Un’iniziativa fortemente voluta dall’Amministrazione Di Bernardo e avviata già nei mesi scorsi.

“Il Cinema comunale è un bene dei cittadini, e dalla sua riapertura si è riacceso a Grottaferrata un nuovo faro di vitalità e speranza – sottolinea il Sindaco Mirko Di Bernardo – Superando le logiche del profitto, il suo scopo principale è la creazione di valore pubblico attraverso la cultura, divenendo polo d’aggregazione e di socializzazione per la comunità. Un obiettivo che stiamo perseguendo anche attraverso iniziative come le agevolazioni sui biglietti, che anticipano nuovi progetti come le rassegne tematiche a tre euro, le presentazioni letterarie ed eventi che vedranno la partecipazione di star del cinema italiano”.

Questo fine settimana, infatti, due notti ‘stellari’ animeranno le sale dell’AlFellini. Sabato 13 ospite d’eccezione Maria Grazia Cucinotta e il cast di ‘Gli agnelli possono pascolare in pace”, per la presentazione e la proiezione del film nella Sala Veneri. Venerdì 19 aprile tornerà invece la leggenda del cinema Franco Nero, già ospite d’onore a Grottaferrata in occasione dell’inaugurazione del Cinema AlFellini lo scorso dicembre, per presentare il film ‘Giorni Felici’.

“Siamo onorati di aver ospitato e di poter continuare ad ospitare nella nostra città attori, registi e sceneggiatori di fama nazionale e internazionale – aggiunge il Sindaco –. Un’ulteriore conferma del potenziale attrattivo del nostro cinema comunale. Un successo il cui merito è soprattutto dei cittadini, che ringrazio per l’affetto e per la partecipazione con la quale stanno vivendo le sale dell’AlFellini”.