Marino, dopo anni di maltrattamenti decide di denunciare il marito

A Marino Laziale la Polizia di Stato esegue un ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del marito, un cittadino moldavo.

0
322
commissariato_marino
Commissariato Marino

Marino. Dopo anni di maltrattamenti decide di denunciare il marito. La Polizia di Stato esegue un ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del marito, un cittadino moldavo.

Eseguita dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato Marino diretto da Nicola Giantomasi, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Procura della Repubblica di Velletri nei confronti di un 38enne moldavo per maltrattamenti in famiglia.

Anni di maltrattamenti e di aggressioni fisiche fino a quando la donna non ce l’ha fatta più ed ha deciso di raccontare tutto ai poliziotti.

Sin dai primi accertamenti e dai diversi interventi effettuati dagli agenti, è emerso il carattere violento dell’arrestato ma soprattutto il manifestarsi di comportamenti reiterati nei confronti della moglie e dei suoi familiari , tenuti anche davanti a i due figli minori.

Maltrattata anche in stato di gravidanza era stata costretta in diverse occasioni a ricorrere alle cure dei sanitari che le prescrivevano ogni volta diversi giorni di prognosi.

A giugno scorso un episodio al quale, purtroppo hanno assistito i figli: durante una festa di compleanno l’uomo, dopo aver abusato di  alcool, ha iniziato un’animata discussione con il suocero. Quest’ultimo esasperato ha colpito il genero con un coltello e pertanto veniva arrestato.

Mandata l’informativa di polizia  in Procura, l’Autorità Giudiziaria esaminati tutti gli atti e il materiale probatorio raccolto, ha emesso la misura che è stata notificata a B.R. nella mattina del 3 ottobre.

Print Friendly, PDF & Email