Sport Rihabilita alle Olimpiadi di Tokyo. Il racconto di Francesco Ciallella osteopata dell’Italbasket

Dopo la grande esperienza olimpica di Tokyo da osteopata dell’Italbasket, il dottor Francesco Ciallella, per la gioia dei suoi pazienti, è tornato al proprio posto a Rihabilita.

0
351

Sport | Rihabilita alle Olimpiadi di Tokyo. Il racconto di Francesco Ciallella osteopata dell’Italbasket

Dopo la grande esperienza olimpica di Tokyo da osteopata dell’Italbasket, il dottor Francesco Ciallella, per la gioia dei suoi pazienti, è tornato al proprio posto a Rihabilita. Il co-founder del network sanitario specializzato in fisioterapia, osteopatia e medicina riabilitativa con sedi a Roma, Albano Laziale, Aprilia e Frattocchie è certamente rientrato con un ancor più ricco bagaglio di esperienza da mettere a disposizione di utenti e colleghi.
“Sono state giornate molto intense e coinvolgenti che hanno lasciato dentro di me l’entusiasmo sano ed elettrizzante che solo una manifestazione di tale livello può darti – spiega Francesco Ciallella – Il livello di apprendimento che ho ottenuto è elevatissimo. Ho avuto la possibilità di confrontarmi con professionisti che seguono altre discipline, sia italiani che di altre nazioni. Ho vissuto un upgrade quotidiano dettato da coinvolgimento e confronto tecnico”.
L’osteopata della nazionale italiana olimpica di basket non nasconde il dispiacere per la mancata medaglia, ma è soddisfatto oltremodo della spedizione nipponica.
“Il rammarico per non aver ottenuto di più è sempre presente nelle persone che amano il proprio lavoro e che vogliono sempre raggiungere il top – sottolinea Francesco Ciallella – ma è una delusione sana basata sulla consapevolezza che i ragazzi hanno dato tutto e hanno riportato grande entusiasmo al movimento riuscendo a competere finalmente con le squadre più forti del mondo”.
Francesco Ciallella è molto contento anche per ciò che ha raccolto da questa esperienza unica dal punto di vista personale: “Torno con un enorme bagaglio di emozioni e una competenza tecnica migliorata dalle esperienze vissute. Metterò tutto questo subito a disposizione del network Rihabilita e di tutte le persone che si rivolgono a noi, alla ricerca di un risultato rapido e concreto per la propria salute”.

Print Friendly, PDF & Email