Velociti, le perplessità di Azione a Grottaferrata

Lo affermano in una nota i rappresentanti del partito di Carlo Calenda a Grottaferrata

0
130
azionelogo

“Il Gruppo Azione di Grottaferrata esprime la propria perplessità sui tempi e sulle modalità di attuazione del progetto “Velocity” presentato nella conferenza stampa del 21 gennaio scorso.

Ancora una volta si è perduta l’occasione di coinvolgere la cittadinanza nell’individuazione di una soluzione concreta ed efficace, davvero finalizzata a garantire  la sicurezza di tutti gli utenti della strada.

Non si condivide la scelta di ricorrere di nuovo allo strumento repressivo mediante l’installazione di tre colonnine autovelox (le prime delle sette previste) in tre punti del territorio comunale – Via XXIV Maggio, direzione Squarciarelli; Via XXV Luglio, in prossimità della sede INPS; Via Vittorio Veneto, nei pressi della piscina Blu 3000 – interessati da traffico spesso a passo d’uomo, in assenza di una preventiva verifica ed eliminazione dei veri pericoli derivanti dallo stato di dissesto del manto stradale e dei marciapiedi e senza intervenire sulla scarsa visibilità notturna e sulla segnaletica.

L’educazione stradale è fondamentale per la sicurezza di tutti e non può essere vanificata da interventi non inseriti in un piano strategico complessivo, che non può ignorare il coinvolgimento dei cittadini.

La libertà e la sicurezza della circolazione viene quotidianamente frustrata da sosta selvaggia, barriere architettoniche, marciapiedi impraticabili e attraversamenti pedonali non idonei, soprattutto nelle zone di maggiore frequentazione delle fasce più fragili della popolazione (diversamente abili, anziani e bambini in primo luogo).

Azione sarà in prima linea nel proporre soluzioni davvero efficaci nell’interesse di tutta la cittadinanza”. Così in una nota i rappresentanti del partito di Carlo Calenda a Grottaferrata.