Volley Club Frascati (serie D maschile), Fabio Zampana: “Questa categoria è una grande esperienza”

E’ stato un week-end speciale per Fabio Zampana. L’opposto (in qualche caso anche martello) classe 2006 del Volley Club Frascati ha fatto la sua prima apparizione nella lista della prima squadra maschile (la serie C), pur senza entrare in campo, e poi è stato protagonista nella gara della serie D contro la Sgvolleyroma.

0
100
zampana
zampana

E’ stato un week-end speciale per Fabio Zampana. L’opposto (in qualche caso anche martello) classe 2006 del Volley Club Frascati ha fatto la sua prima apparizione nella lista della prima squadra maschile (la serie C), pur senza entrare in campo, e poi è stato protagonista nella gara della serie D contro la Sgvolleyroma. Ai tuscolani non è riuscito di fare punti, anche se la gara è stata molto combattuta come testimoniano i parziali (22-25, 23-25 e 24-26). “Abbiamo avuto di fronte una squadra molto valida e che aveva già vinto la prima partita di campionato, ma noi ci siamo fatti valere – dice Zampana – Nel secondo set siamo partiti molto male, ma siamo comunque riusciti a recuperare e a chiudere con uno scarto minimo. Forse ci è mancato quel pizzico di lucidità nei momenti finali di ogni parziale, l’età media del gruppo è molto bassa e in serie D questo può avere un peso. Comunque abbiamo fatto dei passi avanti evidenti rispetto alla prima gara di campionato col Puntolley, anche se in quell’occasione avevamo portato a casa un set”. Zampana, da tre anni al Volley Club Frascati, fa un passo indietro per parlare di come è iniziata la sua avventura nel mondo della pallavolo: “Ho iniziato sempre in questa società, sulle orme di mio fratello Alessio che è un classe 2004. Con lui abbiamo giocato insieme nell’Under 19 e ora condividiamo le esperienze in serie C e in D: per me ha un significato particolare perché mi dà un grande aiuto. La prima convocazione in C mi ha fatto molto piacere, mi sono reso conto “da vicino” che il livello è ancora molto alto per il sottoscritto. In questo senso un’annata in D mi potrà fare molto bene, anche perché il gruppo è compatto e ha accolto i tanti giovani in maniera propositiva. Il nostro obiettivo di campo è la salvezza, ma la cosa primaria è la crescita di tutti noi. Poi personalmente vivrò al meglio anche i campionati con l’Under 17 e l’Under 19, giocare tanto mi darà la possibilità di migliorare”.

Print Friendly, PDF & Email